ITENES
indietro

Trama

Schopenhauer giudica l'atto sessuale come la massima affermazione della volontà di vivere, in quanto travalica l'egoismo individuale e rende perpetua la vita della specie. Egli ritiene vi sia una sintonia fra questa sua interpretazione della sessualità e il mito biblico del peccato originale. L'istinto sessuale è l'intimo significato dell'atto generativo. Le generazioni si collegano l'una con l'altra in un tutto. Un tavolo, una porta e due sedie diventano così metafora di trascendenza, momento di catarsi e di pura quotidianità tra corpi che si nascondono, si cercano e si rigenerano. L'inconscio prevarica sul conscio in modo sublime, atletico, dinamico e impavido. È il solo momento di estasi.