ITENES
indietro

Trama

"Il \"Principio\" si estese e costruì un palazzo per se stesso,per la gloria e per la lode. Là piantò il seme sacro…. appena il seme penetrò, il palazzo risplendette di luce. Da quella luce scendono come una cascata altre luci,le cui scintille oltrepassano i cancelli dando vita a ogni cosa.\"
(Lo Zohar)

Secondo la Kabbalah, Reshimu è il granello primordiale, ciò da cui tutta la realtà ebbe inizio ed è al tempo stesso, il residuo, quell’indelebile traccia lasciata da un odore, una sensazione, qualcosa che non se ne va. Nella vita incontriamo eventi, persone, situazioni e sentimenti che passano, ma lasciano dietro di sé un residuo, quel qualcosa di indelebile, che nemmeno il tempo o l’acqua cancellano.
\"Reshimu\" è quindi il confronto tra la nascita e lo sviluppo di tutto quello che ci circonda, è il processo relazionale che crea quelle emozioni che restano per sempre, come un residuo.

Le musiche, composte appositamente per la nuova produzione del Balletto di Siena dal M° Riccardo Joshua Moretti, trasportano lo spettatore in un viaggio in cui musica e coreografia si fondono in una poesia multisensoriale.